Le mostre

dal

11

Luglio

Spazio Caffetteria – Giancarlo Colloca

11  Luglio  2018 / 11  Settembre  2018

Giancarlo Colloca

“Scogli degli Dei”

Spazio Caffetteria / Chiostro del Bramante

Dall’ 11 luglio al 26 luglio 2018 e dal 3 al 10 settembre 2018

Scogli degli Dei di Giancarlo Colloca è una serie di fotografie in bianco e nero scattate lungo la Costa degli Dei (Tirreno meridionale) tra il 2012 e il 2018. Le silhouette degli scogli si fondono con quelle delle figure umane che talvolta affiorano sulla cresta dell’ombra. Uomo e pietra sono ritratti fusi in un’unica forma scura, solida e viva, mentre cielo e mare si confondono nella luce opposta.

Nell’essenzialità dei dualismi primordiali e degli estremi contrasti tra Bianco-Nero, Luce-Ombra, Cielo-Terra, Bene-Male, gli umani si mostrano come minuti ed effimeri esseri di frontiera. Eppure, impressi nell’istantanea simbiosi con la roccia, sembrano poter riappropriarsi delle antiche verità della pietra e dell’eredità della natura, tornare ad essere figli dei giganti da cui spuntano.

Uomini degli scogli. E gli scogli, solennemente, Scogli degli Dei.

 

BIO | Artista calabrese, nato e cresciuto a contatto con la bellezza selvaggia della natura e del mare della sua terra, Giancarlo Colloca già da bambino si interessa all’arte figurativa, e inizia presto a confrontarsi con diversi linguaggi di espressione artistica: fotografia, disegno, pittura, prosa, teatro. Studia ingegneria e si specializza come musicista. Nella sua ricerca fotografica c’è la voglia di percepire il mondo il più a fondo possibile, di farlo suo nei dettagli, di astrarre e decodificarne i sistemi che lo reggono, sia nella quotidianità delle piccole cose che nella diversità della vita che scopre viaggiando.

INFO | jinkoll@hotmail.com | www.instagram.com/jinkoll | jinkoll.com

 

72 Condivisioni

Follow us

Il 24 e il 25 maggio 2022 l’opera di Alfredo Pirri “Passi Chiostro del Bramante 2022” potrebbe non essere visibile al pubblico. Sarà possibile tornare in un secondo momento mostrando il biglietto della mostra. Ci scusiamo per il disagio.