Le mostre

dal

10

Ottobre

Spazio Caffetteria – Rafael Alves

10  Ottobre  2017 / 14  Novembre  2017

RAFAEL ALVES
“Rapsodia 10110100”
Spazio Caffetteria / Chiostro del Bramante
10 ottobre – 14 novembre 2017

Protagonista dello Spazio Caffetteria dal 10 ottobre al 14 novembre 2017 è Rafael Alves con una sua personale fotografica dal titolo “Rapsodia 10110100”.

Quante sono le emozioni raccolte in un secondo?
In una sua frazione?
Cosa la conduce o meno a te?

Sono svariate le domande che si possono porre prima, durante e dopo la realizzazione di una fotografia. Un conflitto tra visione e memoria.

Questi sono gli interrogativi proposti dalle fotografie di Rafael Alves. Un raccordo di osservazioni condotte con un ritmo leggero e cupo. Come una musica variata, composta da ritmi contrastanti della ragione e del cuore. Si può evidenziare un registro inciso, che propone il caso e il fatto racchiusi in un riquadro: bit ordinati e snaturati dalle loro origini. Note pixelate e visibili.

Il tempo e lo spazio paradossalmente rappresentati su una superficie piana, veri quanto falsi, 1 quanto 0, sfumature binarie. Infinite variabili, casualmente ordinate, musica su carta, una folle rapsodia.

BIO | Rafael Alves, appassionato di fotografia, cattura oggetti, persone, situazioni quotidiane, paesaggi o qualsiasi altro tipo di soggetto in grado di regalare un’emozione al suo futuro osservatore. Ricerca nei scuoi scatti conformazioni geometriche gradevoli o ambivalenze semiotico-grafiche in grado di condividere una visione che supera il primo contatto visivo.

Recentemente è stato selezionato dalla Sony Corporation come Commended Photographer per esporre la fotografia “Menino e Gaivotas” (Ragazzo e Gabbiani) nella mostra collettiva “Sony Photography Awards and Martin Parr – 2017 Exhibition”.

INFO | Facebook: RAFOGRAPH | Instagram: @rafo_graph

 

26 Condivisioni

Follow us

Il 24 e il 25 maggio 2022 l’opera di Alfredo Pirri “Passi Chiostro del Bramante 2022” potrebbe non essere visibile al pubblico. Sarà possibile tornare in un secondo momento mostrando il biglietto della mostra. Ci scusiamo per il disagio.