Attività

  • Dissonanze

  • Festival di musica elettronica e arte digitale

  • Terza edizione 12/13/14 Settembre 2002

  • Decima edizione 21/22/23 Maggio 2010

Il Chiostro del Bramante ospita Dissonanze, evento dedicato alle arti e alla musica elettronica e digitale, ospitando concerti, dj set, installazioni multimediali e performance varie.

Ideatore del festival è Giorgio Mortari, il cui merito è di esser riuscito anno dopo anno a stimolare collaborazioni e creazioni inedite, nel nome della sperimentazione, invadendo spazi inusuali o apparentemente conosciuti come tali, come il Chiostro del Bramante.

Nella Capitale giungono per la prima volta nomi di rilievo quali Jeff Mills, Gil Scott-Heron, Plastikman (Richie Hawtin), Troy Pierce, Barem, Jamie Lidell, The Phenomenal Handclap Band, Shackleton, Martyn, King Midas Sound e Darkstar, Ben Frost, Black Fanfare e Ninos du Brasil feat. Nico Vascellari.


Dissonanze ha avuto luogo dal 2000 al 2010 ed è nato come uno show-case, una selezione di artisti internazionali poco conosciuti per un evento a carattere ‘indie’, indipendente. La prima edizione è stata ideata con l’intento di mettere in luce un ambito musicale ben specifico che in Italia non aveva ancora trovato il giusto spazio: quello della musica elettronica tedesca. Le successive hanno avuto un carattere più internazionale, seppure altrettanto indipendente. Nel corso degli anni è stato privilegiato in modo sempre più incisivo l’aspetto curatoriale e si è cercato di sviluppare una sempre maggiore commistione tra suono, immagine e architettura degli spazi che ospitano il festival. Obiettivo definitivamente raggiunto nel 2005, quando Dissonanze ha conquistato, come cornice ideale del suo progetto artistico, le geometrie marmoree del Palazzo dei Congressi di Roma. Il rapporto tra creatività e nuove tecnologie ricercando corrispondenze inedite tra universi e immaginari diversi è stato portato avanti fino al 2010.

Follow us